Futura regolamentazione dell'aeromodellismo

In questa pagina fsam.ch/Regolamentazione puoi scoprire i fatti attuali a cui i piloti di modello sono molto interessati al tema della regolamentazione.
Logo Regulierung Modellflug.
L'Unione Europea ha emanato la nuova normativa sugli aeromobili senza pilota. Questi regolamenti mirano a promuovere il mercato degli aeromobili senza pilota in Europa e ad assicurarne un esercizio sicuro. Sebbene contemplino in primo luogo l’uso dei cosiddetti "droni", essi disciplinano anche il mondo dell’aeromodellismo in generale, ad eccezione del volo indoor.


Il Consiglio federale ha reso chiaramente noto di voler applicare questa nuova legislazione della UE in Svizzera dal 1° gennaio 2021. La FSAM respinge categoricamente questa decisione. Essa non comprende infatti la necessità di imporre l'obbligo di registrazione dei piloti di aeromodelli in un registro collegato all'UE. Questa procedura comporterà soltanto costi aggiuntivi e burocrazia senza creare vantaggi in termini di sicurezza. Non capiamo inoltre perché le eccezioni alle rigide direttive UE debbano essere possibili soltanto per lo svolgimento di "attività nell'ambito di club e associazioni". Contemplando soltanto i membri di associazioni e federazioni, circa la metà dei piloti di aeromodelli sarebbe costretta ad aderire a tali associazioni e federazioni di aeromodellismo. La facilità di ingresso per grandi e piccini, e la pratica senza impedimenti di sorta del nostro sport per tutti i piloti di aeromodelli, sono per la Federazione Svizzera di Aeromodellismo elementi di primaria importanza. Sebbene associazioni e federazioni svolgano un ruolo importante nel garantire un alto livello di sicurezza nel nostro sport, e noi tutti incoraggiamo i piloti a diventare membri, respingiamo fermamente l'obbligo di iscrizione.


Regolamenti della UE sullo svolgimento delle "attività di volo nell'ambito di associazioni e federazioni di aeromodellismo"

Il diritto della UE prevede che le autorità competenti dei singoli Stati possano stabilire regole proprie per lo svolgimento delle attività di volo "nell'ambito di federazioni e associazioni di aeromodellismo" (articolo 16). Sulla base di questa disposizione, le autorità competenti degli Stati membri della UE e della Svizzera hanno facoltà di conferire ad associazioni e federazioni di aeromodellismo che ne fanno richiesta un’approvazione che fissa le condizioni di esercizio degli aeromodelli "nell'ambito di federazioni e associazioni di aeromodellismo". Questa approvazione viene deliberata sulla base delle normative nazionali. Anche in caso di tale approvazione, resta tuttavia in essere il requisito UE obbligatorio secondo il quale tutti i piloti di aeromodelli dal peso superiore a 250 grammi devono essere iscritti in un registro nazionale collegato ai registri di tutta la UE. La registrazione è valida in tutta la UE (non occorrono ovvero altre registrazioni per volare in un paese UE). Il numero di registrazione deve essere applicato sull’aeromodello.

Un punto importante è capire cosa si intenda con attività di volo "nell'ambito di associazioni e federazioni di aeromodellismo". Secondo il parere della FSAM, questa approvazione dovrebbe valere almeno per tutti i membri FSAM e per gli ospiti delle nostre associazioni e federazioni. Per garantire una continuazione dei regolamenti al momento in vigore per tutti i piloti di aeromodelli in Svizzera, la FSAM ritiene che il campo di applicazione dell’approvazione debba contemplare tutti i piloti di aeromodelli in Svizzera (non soltanto i membri della FSAM e i nostri ospiti). Purtroppo, il Consiglio federale non è stato in grado di fornire garanzie chiare sull'effettiva applicazione del diritto della UE in Svizzera in tale forma.


Regolamenti della UE per attività che NON si svolgono "nell'ambito di associazioni e federazioni di aeromodellismo"

I nuovi regolamenti della UE per aeromobili senza pilota sono basati su quelli che disciplinano la Open Category, applicati a tutte le attività di aeromodellismo qualora le autorità nazionali non stabiliscano disposizioni proprie in materia.

I regolamenti per questa Open Category sono stati scritti per gli aeromobili senza pilota, generalmente denominati con il termine droni, ma non per gli aeromodelli. Le bozze precedenti di questi regolamenti avrebbero limitato considerevolmente l’esercizio di aeromodelli, in primo luogo rispetto all’altezza massima di volo in pendio e alla distanza da persone non coinvolte. Grazie agli sforzi delle federazioni di aeromodellismo queste restrizioni sono state attenuate. I regolamenti della Open Category migliorano pertanto le condizioni dei piloti di aeromodelli negli Stati membri della UE sui quali al momento incombe il peso di normative molto restrittive. Per i paesi che al momento godono di regolamenti sull’esercizio di aeromodelli ispirati a principi liberali (come la Svizzera e la Germania), lo svolgimento delle attività di volo secondo i regolamenti della Open Category comporterebbe tuttavia restrizioni serie e inaccettabili.

I regolamenti della Open Category sono molto complessi e variano a seconda del peso dell’aeromobile e del luogo di volo. I regolamenti principali sono:

  • Limite di peso 25 kg;
  • Volo a contatto visivo diretto, a distanza di sicurezza dalle persone e divieto di sorvolo di assembramenti di persone;
  • Età minima 16 anni, che uno stato membro può ridurre a 12, con la possibilità di consentire il pilotaggio a persone di età ancora minore sotto la sorveglianza di un pilota qualificato di almeno 16 anni;
  • Tutti i piloti alla guida di aeromobili senza equipaggio di peso superiore a 250 grammi devono essere registrati e la registrazione deve essere apposta sul velivolo;
  • Tutti i piloti devono svolgere un corso teorico online e superare l’esame, anch’esso online (valido per cinque anni);
  • Distanza massima dal suolo di 120 metri (verticale e orizzontale). Grazie ai nostri sforzi, sebbene l'altezza massima degli alianti fino a 10kg sia ancora di 120 metri, la misurazione viene adesso effettuata dalla posizione del pilota senza restrizioni orizzontali, a parte ovviamente il contatto visivo.



Recentemente, la UE ha inoltre fissato una serie di requisiti per l'omologazione e la vendita di aeromobili senza pilota emanando il cosiddetto "regolamento delegato". Essi non valgono tuttavia per gli aeromodelli "costruiti da privati" (definiti come "UAS assemblati o fabbricati per l'uso personale del fabbricante, esclusi gli UAS assemblati a partire da un insieme di parti immesso sul mercato dal fabbricante come kit di assemblaggio pronto all'uso"). Questo "regolamento delegato" include anche regole per l'accesso di piloti di paesi terzi che devono registrarsi nel primo paese UE dove intendono volare.


Tempistiche per l’applicazione dei nuovi regolamenti

Nota: le tempistiche per l’applicazione dei nuovi regolamenti hanno subito variazioni a causa della pandemia da COVID-19. Qui di seguito sono riportate lei tempistiche aggiornate:

  • Nella UE l'obbligo di registrazione verrà applicato dal 1° gennaio 2021.
  • L'approvazione per lo svolgimento delle attività di volo nell'ambito di associazioni e federazioni di aeromodellismo deve essere concessa per il 1° gennaio 2023 (fino a questa data i piloti di aeromodelli potranno continuare a volare in base all’attuale legislazione nazionale).
  • Il Consiglio federale intende adottare i regolamenti UE a partire dal 2021.
     

I prossimi passi

Da gennaio del 2020 la FSAM è impegnata in intense discussioni con l'UFAC sull'attuazione in Svizzera della nuova legislazione della UE sui droni. Nell'ambito di tali discussioni, non siamo riusciti a ottenere garanzie sufficienti sulla possibilità di continuare a praticare le attività di volo di aeromodelli in Svizzera senza ulteriori restrizioni significative. Temiamo che l'introduzione della nuova legislazione della UE in Svizzera imporrà nuove restrizioni inaccettabili al nostro sport e al nostro hobby. Per tale motivo supportiamo attivamente la mozione della Commissione dei Trasporti e delle Telecomunicazioni del Consiglio Nazionale (CTT-N) (mozione della commissione 20.3916).



Siamo convinti che escludendo gli aeromodelli dalle normative dell'UE sui droni ai sensi dell'articolo 23 dell'accordo sul trasporto aereo, la Svizzera possa proteggere il nostro hobby da restrizioni e burocrazie inutili. La nostra impostazione è in linea con la tradizione liberale della Svizzera, senza mettere in pericolo la sicurezza del popolo elvetico e le nostre relazioni con la UE.



Linki per scaricare la legislazione dell'UE:



Dokumente aus diesem Bereich


Dokumente zum Thema Drohnen und Modellflugregulierung vom Bundesamt für Zivilluftfahrt BAZL
Frühere Positionspapiere und Dokumente zur Modellflugregulierung und Drohnen